Verdesca


(Prionace glauca)

Caratteristiche
Le sue dimensioni raggiungono circa 380 cm, ma le specie che abitano il Mediterraneo si aggirano dai 50 cm ai 250 cm. Il suo corpo è snello, muso lungo e senza cresta interdorsale. I suoi occhi sono grandi, le pinne pettorali lunghe e piuttosto sottili dagli apici incurvati. La prima pinna dorsale è piuttosto piccola e con apici curvi, posizionata ben dietro alle pinne pettorali col suo punto medio più vicino all’origine della pinna pelvica. La sua carenatura si presenta più bassa sul peduncolo caudale, il margine posteriore della pinna anale è profondamente infossato. La Verdesca presenta sporgenze branchiali papillose, unico caso tra i carcharhinidi. I suoi denti superiori sono notevolmente obliqui, curvati e triangolari, con marigini dentellati.
Il colore del dorso è di un vivo blu cobalto, che sfuma in celeste metallico sui fianchi e in bianco sul ventre.

Dove vive
La Verdesca abita il Mediterraneo, il Mar Adriatico e il Mar di Marmara. È una specie tipicamente d’alto mare che compie frequenti spostamenti. Vive in ambienti in cui la temperatura si aggira di solito tra i 7 e i 16 gradi. La Verdesca può effettuare anche incursioni sulla costa, specialmente la notte. Le giovani Verdesce possono anche abitare in acque meno profonde, intorno ai 50 metri.
Le zone di riproduzione, durante i mesi estivi, sono le coste del Portogallo e le acque del Nord Adriatico. Si possono avvistare anche vicino alla costa delle isole del Mediterraneo adiacenti alle grandi profondità (ad esempio l’Isola di Ponza e le Eolie nel Mar Tirreno). Spesso vengono avvistate in superficie, ma sono capaci di immergersi in profondità. Le loro tipiche prede sono: Maccarelli, Sgombri, Bonitos, Tonni, Clupeidi, Aringhe e Sardine oltre ad altri pesci pelagici; occasionalmente si nutrono anche di pesci di fondo tipo Muggini dalle labbra spesse, Gronghi e Sogliole. Altre prede sono i Calamari, le Seppie ed i crostacei.

Tecniche di pesca
Dalla barca.

Articoli più letti negli ultimi 7 giorni