Tordo


(Labrus viridis)

Caratteristiche
Ha il corpo fusiforme, compresso lateralmente, con testa più lunga dell’altezza massima del corpo. Le squame sono evidenti e se ne contano da 43 a 47 lungo la linea laterale, la quale è visibile e segue il profilo dorsale fino al termine della seconda dorsale, poi si abbassa al centro del peduncolo caudale. L’occhio è tondo e di grandezza modesta. La bocca ha labbra carnose e porta su ogni mascella, una sola fila di denti conici liberi. Sulle mascelle i denti sono robusti e sviluppati. L’occhio è piccolo e le narici, due per lato, poco appariscenti.
La colorazione è molto variabile, distinguibile in tre tipi: verde, verde- giallo e rossa. Vi sono esemplari completamente verdi smeraldo, altri verde giallastri con una stretta fascia longitudinale biancastra e altri marmorizzati.

Dove vive
E’ una specie costiera e si trova su fondi rocciosi e sulle praterie di posidonie o in mezzo alle alghe, anche a bassa profondità. I grossi esemplari preferiscono fondali più alti, intorno ai 15 metri e oltre. La riproduzione avviene nei mesi di febbraio-marzo. E’ carnivoro e si ciba di molluschi, crostacei, anellidi e altri invertebrati. Si cattura con le gangamelle, con le nasse, i tramagli e abbocca alle lenze. Può raggiungere 45 cm di lunghezza. Le carni sono apprezzate solo nella zuppa di pesce. Specie tipicamente Mediterranea, è nota su tutte le coste italiane, ma è poco comune.

Tecniche di pesca
Dalla costa.

Articoli più letti negli ultimi 7 giorni