Pagello


Pagello fragolino (Pagellus erythrinus)

Caratteristiche
Il corpo è ovale e più alto di quello del Pagello bastardo. Il profilo è leggermente convesso e degrada dalla pinna dorsale al muso, che è appuntito e sfuggente. Le narici sono vicine e quelle posteriori sono circondate da un lobo cutaneo che si protende in avanti e arriva a coprire anche le anteriori. Negli esemplari adulti il diametro dell’occhio è inferiore alla lunghezza preorbitaria. I denti della parte anteriore della mascella sono piccoli e appuntiti, mentre quelli posti nella parte laterale sono piccoli e arrotondati. La prima parte della pinna dorsale ha raggi spinosi, mentre la seconda ha raggi molli. La pinna pettorale è snella e lunga.
Il colore è rosa o rosso sul dorso, distribuito in maniera uniforme, i fianchi sono più pallidi e il ventre è argenteo. Gli opercoli sono contornati da una striscia rossa e la bocca e le cavità branchiali sono nere. Può arrivare normalmente a una lunghezza di venticinque centimetri ed occasionalmente a sessanta. Si nutre di pesci e di crostacei ed ama vivere in numerose comunità.

Dove vive
È presente nel Mediterraneo e nell’Atlantico orientale dall’Angola del Sud al Golfo di Biscaglia. La sua natura tranquilla lo tiene lontano dalla coste, forse per via dell’acqua inquinata o del rumore. Tuttavia non ama in particolar modo le tenebre degli abissi, dato che si adatta a vivere dai quindici ai centoventi metri. Non perde mai il contatto del fondo se non in casi eccezionali e va sovente a passeggio con un folto gruppo di amici per i fondali di sabbia e di fango, purché in zona ci siano scogli e rocce, che chissà perché non vuol perdere di vista. Il suo habitat ideale sono comunque i crinali delle secche che si ergono dal fondo in alto mare, dove c’è luce in grande abbondanza e, soprattutto, tanta tranquillità.

Tecniche di pesca
Dalla barca.

Articoli più letti negli ultimi 7 giorni