Occhione


(Pagellus controdontus)

Caratteristiche
Il corpo è ovaleggiante con profilo del muso convesso. L’occhio è particolarmente grande e i denti sono aguzzi, quelli anteriori, e piccoli e arrotondati quelli posteriori. La pinna dorsale si estende per due terzi del corpo, con altezza uniforme ed è composta da 12 raggi spinosi e altrettanti raggi molli. Anche la pinna anale ha i primi tre raggi spinosi. Lunghe le pinne pettorali e nettamente indentata la pinna caudale.
La colorazione grigio rosata del dorso sfuma sui fianchi in una tinta argento. Una larga macchia nera si trova subito dietro l’opercolo. Negli individui più giovani (che taluni considerano invece una specie totalmente indipendente e indicano con il nome di Rovello), la macchia nera è assente. Raggiunge una lunghezza massima di 50 centimetri.

Dove vive
L’Occhione è una specie gregaria, che ama quindi la compagnia e lo si può trovare a spasso per il mare in banchi veramente fitti e numerosi. Non è però pesce da subacqueo perché la profondità che più si adatta ai suoi gusti oscilla dai 200 ai 300 metri. Solo gli individui giovani, ma sempre raramente, si possono spingere più verso la costa a profondità a volte inferiori ai 100 metri. In questo caso si divertono a gironzolare in mezzo alle rocce delle pareti che strapiombano nel blu.

Tecniche di pesca
Dalla barca.

Articoli più letti negli ultimi 7 giorni