Pasta “Carré”

Ingredienti
1 confezione di pane a cassetta (pane “Carré”)
1 tubetto di pasta di acciughe

Preparazione
Per prima cosa va eliminata la scorza del pane, tagliandola con un coltello ben affilato. Si ottengono così tante fette di pane di sola mollica che, a gruppi di 5/6, vengono immerse in acqua, meglio se salata, per circa 5 secondi. Si strizzano per bene con entrambe le mani e si lavorano bene, amalgamando e impastando fino ad ottenere una pallina di pasta morbida omogenea.
Eseguire l’operazione con le fette restanti del pane.
Avremo ottenuto così 4 o 5 palline di pasta che potranno essere arricchite con la pasta di acciughe oppure impiegate così come sono.
Per l’innesco, si stacca dalla massa un pezzetto di pasta e la si lavora con le dita, fino a formare una pallina che viene infilata sull’amo e lavorata ancora, fino a formare una piccola peretta che nasconda completamente l’amo.
Questa pasta è indicata per la pesca al Cefalo (o Muggine), sia nei porti che dalle scogliere con canna fissa e galleggiante. Può essere impiegata con successo anche a lancio ravvicinato, utilizzando una bolognese o all’inglese. Con questa esca mi è capitato di pescare di tutto: Saraghi, Aguglie, Menole, Scorfani e Ghiozzi.
Funziona al massimo con mare mosso o in scaduta, molto meno con acque ferme e limpide.

Articoli più letti negli ultimi 7 giorni